La spiaggia di Lignano Sabbiadoro

  •  

Da quasi vent'anni su Lignano sventola la "Bandiera Blu d'Europa", assegnato alle località marine per la qualità delle loro acque e coste, i servizi offerti ed al lavoro di sensibilizzazione alle problematiche ambientali.
La rinomata località sul mare Adriatico è suddivisa in tre zone:

  • Lignano Sabbiadoro: situata sulla punta della penisola ed è il nucleo storico della città. Si contraddistingue per il lungo viale principale ricco di negozi, bar, ristoranti, boutique, sale giochi e piazzette.
  • Lignano Pineta: costruita negli anni Cinquanta, è caratterizzata dalla pianta a forma di spirale. È una zona ricca di alberghi, hotel, ville, appartamenti in affitto e residence con piscina inseriti nel verde. L’area commerciale, denominata “Treno”, taglia da nord a sud la chiocciola di Pineta. Dispone di tanti negozi per gli amanti dello shopping, bar per aperitivi e ristoranti per gustare ottimi piatti di pesce e piatti internazionali.
  • Lignano Riviera: immersa nel verde tra la spiaggia e la foce del fiume Tagliamento, è la zona più tranquilla della località balneare, ricca di strutture importanti quali le Terme, il Parco Zoo Punta Verde, il Golf Club e moderni porti turistici.

Il lungo litorale di Lignano offre servizi di qualità ed è caratterizzato da accoglienti e attrezzati stabilimenti balneari. Per chi va in vacanza con il cane, è presente un tratto di spiaggia per cani a Lignano che dispone di ottimi servizi su misura per gli amici a quattro zampe: la Doggy Beach.
La spiaggia per cani si trova a Lignano Sabbiadoro vicino allo stabilimento balneare numero 1 in via Lungomare Marin.
Gli amanti della natura possono godere della verde e rigogliosa pineta, e della suggestiva Laguna di Marano, che lambisce il versante occidentale della penisola.
La laguna costituisce un'area di eccezionale bellezza paesaggistica caratterizzata da: barene, canali, fauna ricca di specie animali, anche rare, vegetazione palustre e pittoreschi "casoni". Queste ultime sono tipiche abitazioni dei pescatori in canna palustre, del vicino fiume Stella, la cui foce è stata sottoposta a tutela naturalistica quale oasi di rifugio e di ripopolamento per l'avifauna acquatica, migratoria e stanziale.